16 marzo 2013. Celebriamo un eroe: il generale Kang Gamchan

Quest’oggi mi sono recato all’interno di Seul National University, per visitare il “Nakseongdae Park”, in cui sono state ricostruite tre pagode, per celebrare solennemente il generale Kang Gamchan (948 – 1031), che nacque in questo preciso luogo durante l’era Goryeo (918 – 1392).

La leggenda narra che, il giorno della nascita del nostro eroe, una stella cadde dal Paradiso e questo spazio fu così chiamato Nakseongdae: “Luogo della stella cadente”. Durante l’era Goryeo, furono costruite tre pagode in onore di questo eroe, ma, nel corso dei secoli, andarono distrutte e, nel 1964, il Comune di Seul ha ricostruito le tre pagode esattamente così com’erano. Dieci anni dopo, fu eretto un tempio in onore del generale. Il nostro eroe si distinse in una serie di battaglie vinte contro i Persiani. La statua del generale a cavallo, nel momento che comanda l’attacco, è imperiosa sulla piazza, che si trova all’ingresso della pagoda.

Tante famiglie, tanti bambini, che vanno in bicicletta o sui pattini giocano, sotto lo sguardo del generale.

Attraverso questa piazza chiassosa, divertita e felice osservo i figli spensierati, sudati e felici, mentre i genitori cercano riparo sotto qualche albero da un sole, che annuncia una bella primavera.

C’è un primo ingresso, che si trova ai piedi di una collinetta, sui cui sentieri vedo tante persone, che camminano, recandosi,forse, sulla cima, da cui si gusterà un panorama davvero niente male.

Il giardino, che circonda la pagoda, è pulitissimo e diversi i manifesti, in cui si avvisa che ci sono delle telecamere nell’intera area archeologica.  

Ancora dei gradini da percorrere, per trovarmi nel tempio, che è stato eretto in onore del generale, il cui ritratto è stato posto al centro e, davanti al quale un incensiere acceso emana un forte ed intenso odore. Sulle pareti immagini, che ritraggono il generale in azioni di guerra.

Insomma, un frammento della storia di questo Paese, che fatica, alquanto, a rintracciare i segni di un passato millenario ed, in parte, tutto da riscoprire. 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close