Don Giovanni: opera buffa o dramma?

Mozart da inizio al suo «dramma giocoso», ponendo l’attenzione sugli aspetti drammatici. L’opera, da un punto di vista formale, può essere classificata come «opera buffa», per gli ampi spazi concessi ai pezzi d’insieme.
Secondo un certo criterio musicologico, considerare il «Don Giovanni» come «opera buffa» risulterebbe improprio, poiché richiamerebbe alla mente alcuni eccessivi episodi di buffonerie.
Nella distribuzione delle parti, Mozart riserva a Zerlina il ruolo di «prima buffa» e a Leporello e Masetto «buffi caricati» in contrapposizione con le parti serie dei restanti personaggi: Donna Anna, Donna Elvira, Don Ottavio e il Commendatore. Il protagonista, Don Giovanni, fu interpretato da due grandi «buffi di mezzo carattere» dell’epoca: gl’italiani Luigi Bassi e Francesco Albertelli.
Secondo un altrettanto insigne versione musicologica, i personaggi devono essere considerati in toto tragici per la loro indole e per lo sviluppo dell’azione drammatica, compreso il personaggio apparentemente solo facondo di Leporello.
Da ricordare anche la posizione espressa da Henri Ghéon, laddove definisce Le nozze di Figaro una commedia di caratteri, al contrario Don Giovanni un vero e proprio dramma scespiriano. 
In realtà, a nostro avviso la felice convivenza dell’elemento drammatico accanto a quello buffo alimenta la propria peculiarità grazie all’accostamento del naturale contrasto.

Lorenzo Da Ponte (1749 – 1838)

Purtroppo non conosciamo quale fosse l’idea del Compositore; al contrario, conosciamo lo spirito del Da Ponte, il quale, nelle sue Memorie, racconta che, mentre era intento a creare il libretto di Don Giovanni, lavorasse a L’Arbore di Diana per Vincente Martin y Soler e Axur re di Ormus per Antonio Salieri. Per Martin componeva la mattina, pensando a Petrarca; la sera Tasso lo istruiva a proposito del libretto per Salieri, mentre L’Inferno di Dante lo ispirava nella stesura del libretto di Don Giovanni durante la notte.

(26 luglio 2017)

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close