Da Tommaso a Dante

Tommaso d’Aquino presenta molti punti di contatto con Dante Alighieri, essi sono ancora oggi fonte d’ispirazione per gli uomini. La figura di Tommaso si eclissò, quando si pose in disprezzo la scolastica e il suo più geniale ed illustre interprete, mentre Dante conobbe periodi più o meno lunghi d’oblio.

L’Alighieri raccolse tutte le espressioni umane in un poema eterno, rappresentazione dell’intera umanità, selezionando dall’universo gli elementi e le note del suo canto universale nello spazio e nel tempo.

Tommaso raccolse tutti gli elementi del pensiero pagano ed umano, fondendoli in una summa, che apparve certamente la più completa sintesi della filosofia e della teologia.

Entrambi attinsero alla Scrittura ed alla Tradizione: Dante si dichiarò seguace di Virgilio, di cui investì del suo genio potente il pensiero, creandone un’opera sua nell’ispirazione, nei concetti e nello stile.

Tommaso pose i concetti esposti da Aristotele quale ipotesi per le sue deduzioni, rinnovandone il sistema filosofico, con adattamenti ed elevazioni per una concezione razionale del dogma, unendo il razionalismo aristotelico al misticismo agostiniano. Egli riconobbe il diritto della ragione di fronte alla fede, togliendole la depressione, invocando armonia fra scienza e fede e fra ragione e rivelazione. Dante elevò un poema a queste due luci: la luce del pensiero umano e la luce della parola divina, concependo nel contempo la rivelazione come un lume ulteriore per la ragione, perché la confortasse nella visione, laddove l’occhio umano non sarebbe mai arrivato. La convivenza tra luce della ragione e della Scrittura si rivelò felice, poiché latenti nell’uomo sin dall’origine.

Per entrambi i pensatori, la scienza rappresentò il preambolo della fede, mentre la creazione fu il vestibolo del tempio divino, il cui santuario sarebbe stato impenetrabile alla sguardo indagante della sola ragione:

Or tu chi sei che vuo’ sedere a scranna,

per giudicar di lungi mille miglia

con la veduta corta d’una spanna1?

con la severa raccomandazione di fermarsi, laddove è stato posto il limen della conoscenza alle possibilità umane, ricordando che il campo dell’inconoscibile è infinitamente più vasto del campo del conoscibile.

Tommaso esalta la ragione umana fino ad ammetterla nel santuario del tempio, quale ancella della fede, ospite nel banchetto della verità divina, dimostrando la necessità di una rivelazione non soltanto per ordine soprannaturale, ma anche per molte verità di ordine naturale, note altrimenti a pochi, dopo molto tempo et cum admission multorum errorum.

L’Aquinate riassunse la dottrina in tre parole: Dio, l’uomo e Gesù Cristo, che unisce nella persona le due nature, divina ed umana; col lume della ragione studia Dio, al fine di risalire dagli effetti alla causa prima. Egli si avvale di tutti gli elementi della filosofia antica, delle nozioni politiche e sociali allora dominanti, non trascurdando le infiltrazioni elleniche del secolo IX ed i contributi della scienza araba, giunti nel secolo XII con i commenti sulla speculazione logica, fisica e metafisica di Aristotele da parte di Avicenna ed Averroè, al fine di riunirli in un’unica sintesi, occorrenti per compiere la sua Summa.

Dante è condotto nei primi due regni da Virgilio (la ragione in Tommaso), mentre Beatrice (la fede per Tommaso) lo guiderà nelle sfere celesti nell’interpretazione del mondo soprannaturale ad opera degli stessi spiriti beati, contemplanti l’essenza divina; la divisione ternaria dell’indagine dantesca corrisponderà al triplice ordine d’investigazioni, nel quale sono fusi tutti gli elementi del pensiero umano.

San Tommaso appare come il più metafisico, considerando la metafisica la scienza dell’essere; la poesia dantesca è trascendentale, poiché contemplante tutte le cose in Dio principio fine ed ultimo dlel’universo. Nell’oltretomba, vi è la rappresentazione del bene e del male dell’umanità, egli giudica il vero valore degli uomini, esclamando:

Quanti si tegnon or là sù gran regi

che qui staranno come porci in brago,

di sé lasciando orribili dispregi!2.

Il punto centrale della dottrina dell’Aquinate è la contemplazione dell’universo dalla figura di Cristo, unione sostanziale dell’infinitesimamente grande coll’infinitesimamente piccolo, autentico sole che illumina l’umanità redente ed avviata verso la visione beatifica. La Summa converge tutti i problemi nella figura del Cristo, quale soluzione di tutti gli enigmi dell’universo anche nella rettificazione delle deficienze della scienza pagana nel completamento della sapienza cristiana. Nella Summa, solo Dio è davvero grande e l’uomo serba in sé la capacità di avvicinarsi, dimentico dei valori umani, condizione per elevarsi all’altezza divina, anche se, giunto davanti alla visione beatifica egli esclama: «O altitudo divitiarum sapientiae et scientiae Dei, quam incomprehensibilia sunt iudicia eiu et investigabiles via eius!3»

Il genio potente dei dioscuri è quindi illuminato dalla stessa grande visione, tracciata nella Summa e nella Divina Commedia, anche se composta con metodo e stile diversi: il filosofo procede secondo un ordine rigorosamente logico; nel poeta l’impeto lirico rompe ogni barriera, innalzando Dante su piani dominanti il tema da svolgere. In Tommaso, la necessità dell’astrazione è corretta dalle definizioni; nell’Alighieri, l’altezza è temperata da immagini e similitudini, che rendono più accessibile il volo del poeta.

(1) DANTE ALIGHIERI. La Divina Commedia. Paradiso, Canto XIX. Le opere di Dante Alighieri, Edizione Nazionale a cura della Società Dantesca Italiana, pag. 361, vv. 79 – 81.

(2) Op. cit., Inferno, Canto VIII, pag. 33, vv. 49 – 51.

(3) S. Paolo. Epistola ai Romani, 11 – 33.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close