«Troppi errori di grammatica: al concorso per magistrati passa solo il 5,8%»

Martedì 7 dicembre 2021, sul sito de Il Giornale è stato pubblicato un articolo a firma di Alessandro Ferro a proposito dell’ultimo concorso in magistratura.

Una percentuale irrisoria di aspiranti magistrati è riuscita a superare la prova scritta senza commettere troppi errori di grammatica.

E’ davvero incredibile immaginare che solo 88 candidati siano risultati idonei su una platea di 5.827 partecipanti. La commissione ha rilevato l’eccessiva presenza di errori di grammatica nella stragrande maggioranza degli scritti presentati, ripetendo così il gesto già ampiamente pubblicizzato del 2008. In tredici anni, la preparazione culturale non risulta affatto migliorata.

Il Ministro della Giustizia, Marta Cartabia, ha auspicato che s’intervenga prontamente, perché si possa preparare una squadra di magistrati in grado di scrivere ciò che hanno giudicato.

Così, grazie all’incompetenza dei partecipanti, non si trovano aspiranti magistrati in grado di affrontare la prova orale.

Il CSM avrebbe chiesto il ritorno del tema scritto, poiché la prova su piattaforma sembra non aver funzionato; si ritornerà presto al concorso subito dopo aver terminato il corso di laurea, che in molti casi non licenzia persone in grado di esprimersi con cura.

Il problema – a nostro avviso – investe non solo gli aspiranti magistrati, ma in generale larghissimi strati della popolazione italiana, che non conosce la lingua – madre, che non legge, e quando legge non capisce ciò che ha letto. Il dramma della desertificazione culturale è denunciato con forza, ma poi – siccome siamo in Italia – non accade nulla. Nessun intervento, nessun provvedimento, e le persone continuano ad essere profondamente ignoranti.

Triste leggere tali commenti; ed ancor più triste scoprire la situazione terribile dei nostri giovani, cittadini incompleti, uomini dimezzati.

La soluzione? Tornare a studiare severamente, ma ciò in Italia non si può: guai introdurre criteri di selezione imperniati sul merito, guai discriminare.

Tutti uguali, tutti somari!

https://www.ilgiornale.it/news/cronache/troppi-errori-grammatica-concorso-magistrati-passa-solo-58-1994326.html

Pubblicità

4 pensieri riguardo “«Troppi errori di grammatica: al concorso per magistrati passa solo il 5,8%»

  1. Quando vengono regalati Diplomi e Lauree è normale che si verifichino questi gravi episodi.

    1. Vero! La deriva scolastica verso gl’ignoti sentieri dell’ignoranza è continua ed infinita. Non ci sono soluzioni: saremo sempre più ignoranti

      1. Ho studiato il Latino alle Scuole medie e lo ricordo ancora, anzi mi è stato utile per l’Italiano. Una volta la Scuola era più selettiva, oggi passano anche i somari.

      2. Dell’importanza della formazione greco – romana ne parla anche Antonio Gramsci, approfondendone ogni aspetto. Purtroppo, si considera il Liceo Classico inutile! Ecco un dramma italiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close