«I Beni e i Mali» da «Aἰσώπου μῦθοι»

I Mali dimostrarono maggiore forza rispetto ai Beni, i quali salirono in cielo, per chiedere a Zeus quale sarebbe dovuto essere il loro comportamento nei riguardi degli uomini. L’Olimpico consigliò loro di presentarsi uno alla volta alla stirpe umana, ed è per ciò che i Mali sorprendono l’uomo, poiché sono sempre nelle sue vicinanze, mentre i Beni arrivano lentamente, poiché devono scendere dal cielo.

La fabula simboleggerebbe la fatica che ogni uomo deve compiere, al fine di giungere al bene, il quale, essendo stato confinato nelle residenze celesti, è tanto più lontano dalla dimensione fisica, in cui l’uomo, a seguito della caduta, è costretto ad agire. Al fine di ricordare quindi la sua origine, deve superare l’affermazione dell’egoicità, per voltarsi al bene, il cui domicilio è nel cielo, nella parte più spirituale e quindi maggiormente lontana dalla dimensione dell’ego, vittima del male.

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close