21 febbraio 2013. Cena al ristorante di cucina cinese “Marco Polo” di Seoul

Ho mangiato in un altro ristorante dell’Hotel Grand Intercontinental, il  “Marco Polo”, il quale ha, in verità, due sale con due ingressi ben distinti; nell’una si mangia dell’ottima cucina italiana nell’altra della cucina cinese.  Si trova al 52 piano (a circa 150 metri d’altezza da terra)  e, per arrivarci, si usa l’ascensore, indossando, preventivamente, le cinture di sicurezza, poiché parte “sparato” ed, in pochi attimi, si arriva al piano.

Essendo un lato trasparente, vedo allontanarmi da terra, come se fossi risucchiato da una potente forza motrice.  Appena si aprono le porte, due cameriere mi accolgono con un inchino, regalandomi il primo dei sorrisi e dandomi il benvenuto. Mi procedono verso la Sala. Percorriamo un corridoio stretto e noto come il rosso porpora sia il colore dominante dell’arredo.

Passiamo davanti alla cucina, dove più cuochi, dai lunghi cappelli bianchi, sono già al lavoro. 

Il tavolo riservato si trova vicino alla finestra grande e trasparente, che regala una visuale palpitante: tanti coloratissimi grattacieli, le cui luci si sono accese col calar della notte e lo spettacolo, che va in scena, è per me sempre emozionante. Continuo a guardare al di là del vetro, come se fossi stato improvvisamente catapultato all’interno di una scena disneyliana; le macchinine sono lontanissime, come le persone, piccoli punti che si muovono lentamente. Il traffico, visto dal 52° piano, è davvero terribile: le automobili riempiono ogni strada, creando ingorghi infiniti, praticamente ovunque con risultati terrificanti sull’ambiente. E’ vero che le Istituzioni stanno provvedendo, in qualche maniera, ad attuare politiche volte alla salvaguardia ambientale, piantando, dove è possibile, alberi e istituendo oasi di verde tra un grattacielo e l’altro, aumentando il numero delle metropolitane, ma il problema rimangono i tubi di scappamento, il cui numero, col tempo, non accenna a diminuire.  Seul è una citta, dove sono concentrati tutti gli uffici governativi, è la capitale politica ed economica, è una citta, che ospita, quotidianamente, i pendolari, che, dalle città vicine, vi ci trasferiscono, per lavorare ed è una città di 7.000.000 di abitanti, quindi ogni problema è moltiplicato per il numero di persone, che l’affollano. Ho saputo che da qualche tempo, alcune società, sfruttando una velocità di connessione tra le più alte del mondo, stanno investendo sulla mobilità del personale, introducendo forme di lavoro telematiche, evitando così, almeno a certi impiegati, di spostarsi da casa verso il posto di lavoro. Certo, siamo agli inizi, buon lavoro!

Dal ricchissimo menu, scelgo della zuppa di squalo, del pollo in agrodolce e del kimchi bocumbab. Altre volte, in passato, quando ebbi modo di mangiare in un ristorante cinese a Seul, trovai molto appetitosa la carne dello squalo, la quale, grazie alla particolare zuppa, di cui è imbevuta, diventa tenerissima. 

Il pollo in agrodolce è uno dei piatti tipici della cucina cinese,

 mentre il kimchi bocumbab è un piatto sino – coreano: del riso (bab, in lingua coreana), kimchi (cavolo cinese fermentato), verdure, carne e spezie piccanti, un piatto molto tipico delle capitali asiatiche. 

Il ristorante presenta anche due piccole stanze riservate, una delle quali (dietro il mio tavolo) è occupata da quattro commensali, avanti con gli anni; me ne accorgo della loro presenza, poiché hanno lasciato la porta semiaperta.
I tavoli, disposti al centro della sala, si trovano sopra una lunga pedana. Due sono le cameriere, che si alternano al mio tavolo, recando, di volta in volta, le ordinazioni e preoccupandosi, altresì, di versare del the, che prelevano da un fornelletto acceso, per garantire che non si raffreddi.  La sala è completamente silenziosa; anche la porta della stanza dei quattro amici, alle mie spalle, ora è chiusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close